Dr. Joanne Kurtzberg: "Il potenziale per il sangue del cordone ombelicale per il trattamento di malattie molto gravi ora inizia a essere compreso"

"Credo che il cordone ombelicale abbia un lungo percorso di sviluppo, quello che una volta era considerato semplicemente uno dei tanti rifiuti biologici da buttare fuori dopo la nascita è invece una preziosa fonte di cellule staminali, che un giorno può essere usato per salvare un vita. Il sangue del cordone ombelicale può infatti essere raccolto alla nascita, crioconservato e utilizzato anni dopo nella terapia di molte patologie e disordini genetici. Le cellule staminali del cordone ombelicale possono essere un elemento chiave nel salvare la vita di un paziente e possono sostituire le cellule staminali prelevate dal midollo osseo. Mi aspetto che l'uso di queste cellule, sia in aree autologhe che allogeniche, emerga come uno dei maggiori benefici delle nuove terapie disponibili nei prossimi dieci anni. ”

Prof. Joanne Kurtzberg, Presidente della Cord Blood Association, Direttore del programma di terapia cellulare clinica e traslazionale, Duke University, Durham, NC, USA

È con queste parole che la dott.ssa Joanne Kurtzberg, Chief Scientific Officer della Duke University, chiude l'articolo parlando della sua esperienza che l'ha portata a esaminarla prima e ad usare dopo le cellule staminali del sangue del cordone come fonte alternativa a quelle contenuto nel midollo osseo.

Joanne Kurtzberg è considerata una delle pioniere nello sviluppo e nell'applicazione di terapie innovative che prevedono l'uso di cellule staminali del sangue del cordone ombelicale.

Il suo interesse per queste cellule è nato durante gli studi presso il dipartimento di ematologia pediatrica / oncologia di Duke. In quegli anni, infatti, fu in grado di intraprendere la sua attività trattando adolescenti e adolescenti affetti da leucemia e altri disturbi del sangue come l'anemia di Fanconi.

Questa esperienza è stata riassunta in un articolo molto interessante pubblicato online su alcuni siti come www.StemCellsTM.com o
http://onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1002/sctm.17-0075/full

In particolare, il Dr. Kurtzberg sottolinea che le cellule staminali rappresentano un enorme potenziale nella terapia cellulare e nella medicina rigenerativa; Ecco perché - in una delle fasi fondamentali dell'articolo - sottolinea la necessità di raccogliere e crioconservare queste cellule, purtroppo spesso considerate come prodotti di scarto, rappresentando invece le basi per terapie di valore.

Therapeutic applications which, according to Dr. Kurtzberg, may involve cordonic stem cells in the future are many, including not only leukemia or other malignant diseases of the haematopoietic system but also bone marrow insufficiency, hereditary metabolic diseases, disorders of hemoglobin formation in infancy to type I diabetes, autoimmune diseases and brain lesions.

L'importanza di conservare le cellule staminali è nuovamente enfatizzata da scoperte scientifiche che non lasciano spazio a dubbi.

Scarica l'articolo in PDF

30/05/2017

Altre notizie

Card image cap
Trattamento dell’autismo con staminali del sangue cordonale
22/08/2018

Nikoloz è un bambino di 8 anni che vive in Georgia (https://parentsguidecordblood.org/en). I suoi genitori hanno conservato il su [...]

Card image cap
GDPR - La nostra politica sulla privacy
25/05/2018

SSCB Swiss Stem Cells Biotech si prende cura della tua privacy. Questo è il motivo per cui pubblichiamo la nostra politica sulla privacy su [...]

Card image cap
Stame, è riuscito nel primo trapianto alla vista
02/07/2017

Tre persone quasi completamente cieche recupereranno, almeno in parte, la vista grazie al primo trapianto "liquido" nel campo dell'oftalmologia in Italia.L'intervento - pionieristicamente [...]